Canederli agli spinaci, un classico della cucina trentina

Canederli agli spinaci (Ph. Mirko Ropelato)

Impossibile pensare al Trentino a tavola senza pensare ai canederli. Piatto di recupero per eccellenza, i canederli possono essere preparati in mille modi, tutti golosi. Vi proponiamo la ricetta di un grande classico: i canederli agli spinaci.

Ingredienti (per 8 canederli):

  • 200 g di spinaci lessati
  • 150 g di pane raffermo
  • 2 uova
  • 50 ml di latte
  • 40 g di Trentingrana grattugiato
  • 20 g di farina tipo 00
  • Sale e pepe q.b.

Per lessare gli spinaci:

  • 20 g di burro
  • 1 spicchio di aglio
  • 50 g di cipolla

Per condire i canederli:

  • 70 g di burro
  • 2 foglie di salvia
  • Trentingrana grattugiato q.b.

Preparazione

In un tegame fate sciogliere il burro e rosolate l’aglio e la cipolla, tritati molto finemente. Aggiungete gli spinaci, salateli e fateli cuocere per 6-7 minuti con il coperchio. Una volta raffreddati, strizzate gli spinaci per eliminare l’acqua in eccesso.

Mettete gli spinaci in un recipiente, aggiungete le uova e frullate velocemente.

Tagliate il pane raffermo in piccoli cubetti, mettetelo in un’ampia ciotola e aggiungete il composto di spinaci, il latte, il sale e il pepe. Mescolate fino ad amalgamare gli ingredienti. Coprite con un canovaccio e fate riposare per non meno di 15 minuti. Successivamente, verificate la consistenza dell’impasto: deve essere morbido e al contempo prendere bene la forma. Se l’impasto dovesse risultare troppo duro, aggiungete un po’ di latte; viceversa, se dovesse risultare troppo morbido, correggete la consistenza con pangrattato o pane raffermo.

Procedete con la formazione dei canederli, avendo cura di inumidire leggermente le mani per evitare che l’impasto si appiccichi. La dimensione del canederlo deve essere simile a quella di un mandarino. Tuffate i canederli in acqua bollente salata e fateli cuocere a fuoco lento per 14-15 minuti. Al termine, scolate i canederli con una schiumarola, riponeteli nei piatti e conditeli con burro fuso nocciola aromatizzato alla salvia e Trentingrana grattugiato.

Varianti

Potete sostituire il Trentingrana nell’impasto con un formaggio tagliato a cubetti molto piccoli. Per non coprire il sapore degli spinaci, optate per formaggi delicati, come per esempio il Casolet della Val di Sole o il Fontal del Primiero. Sentitevi liberi di sperimentare per trovare nuove combinazioni di gusto!

Avete mai provato i canederli alle ortiche? Sono buonissimi! Per realizzarli, seguite questa stessa ricetta sostituendo le ortiche agli spinaci.

Abbinamento consigliato

I canederli agli spinaci si sposano bene con un vino bianco caratterizzato da una buona acidità, in grado di contrastare la grassezza del burro e pulire la bocca. Vi suggeriamo l’abbinamento con un Trentodoc Brut o Millesimato.


Ti è piaciuta questa ricetta? Condividila sui tuoi social preferiti.

Foto copertina
Canederli agli spinaci
Ph. Mirko Ropelato

Post collegati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Ultimi post

Digita una parola chiave e premi invio per iniziare la ricerca nel blog.